1 Agosto 2008
Voucher vendemmia.

La pubblicazione della circolare Inps definisce anche sul piano organizzativo l’introduzione dei voucher per la vendemmia. Questo rende operativa la fase di sperimentazione prevista dalla normativa.
“Una notizia finalmente positiva – commenta il presidente della Coldiretti del Friuli Venezia Giulia Dimitri Zbogar. La vendemmia è ormai prossima  e questo consentirà alle aziende vitivinicole di ridurre la burocrazia, ma anche di combattere la piaga del lavoro nero e dare una possibilità di integrazione del reddito a studenti e pensionati di fronte al caro vita. Si tratta di un provvedimento lungamente atteso – aggiunge il presidente - che va incontro alle proposte avanzate da Coldiretti”.
“Come Coldiretti regionale – rileva il direttore Elsa Bigai - in stretta collaborazione con la confederazione e le federazioni provinciali abbiamo lavorato per organizzare il servizio. Il nostro obiettivo è quello di facilitare le aziende ad usufruire di questa opportunità in materia di trasparenza e legalità oltre ad offrire nuove opportunità di reddito a categorie particolarmente deboli senza per questo destrutturare il mercato del lavoro agricolo. I nostri uffici –conclude il direttore - sono in grado di fornire tutte le informazioni e la consulenza del caso”.
Le imprese agricole potranno acquistare, con modalità telematica o cartacea, un blocchetto di voucher, da distribuire ai lavoratori interessati. Ogni buono avrà un valore nominale di 10 euro (7,5 euro al netto), comprensivo del costo previdenziale e dell'assicurazione e sarà utilizzato per il pagamento delle prestazioni. Studenti e pensionati potranno ritirare il denaro presentando il voucher anche presso gli uffici postali.

Vai alla barra degli strumenti